English
riduci dimensioni caratteri aumenta dimensioni caratteri reset a dimensione standard

La storia dell’attuale Centro di ricerca per la selvicoltura inizia con la Regia Stazione Sperimentale di Selvicoltura fondata da Aldo Pavari a Firenze nel 1922. La Stazione Sperimentale rappresenta il primo centro di ricerca applicata sulle foreste in Italia; insieme a Pavari lavorano Alessandro De Philippis e Lucio Susmel, tra i fondatori delle Scienze Forestali nel nostro Paese, e ancora Ernesto Allegri, Umberto Bagnaresi, Germano Gambi, Giulio Guidi, Riccardo Morandini, Orazio Ciancio. Nel 1967, con la riorganizzazione in Istituti di Sperimentazione agraria (DPR 1318), la Stazione Sperimentale di Firenze diventa Istituto Sperimentale per la Selvicoltura, trasferisce la sua sede ad Arezzo e acquisisce le sedi operative di Firenze, San Pietro Avellana (Isernia) e Cosenza, che rappresentano le aree di interesse territoriale alpina, appenninica e mediterranea. Con la creazione del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) e la riforma degli Istituti MiPAF (DL 454 del 1999), nasce nel 2007 il Centro  di Ricerca per la Selvicoltura con sede unica Arezzo, chiude la sede storica di Firenze e diventano Unità autonome le sezioni operative di Isernia e Cosenza.

Top page

 

Aldo Pavari1924 - 1960
Ernesto Allegri1961 - 1972
Riccardo Morandini   1973 - 1995
Francesco Iovino1995
Augusto Tocci1996 - 2004
Emilio Amorini2005 - 2012
Paolo Storchi2012 - 2013
Piermaria Corona2013 - 2017
Fulvio Ducci2017
Piermaria Corona2017
Top page
  • la percezione della dimensione del problema forestale
  • l’integrazione nel contesto territoriale
  • il collegamento con i processi di trasformazione economica e sociale
  • la visione dinamica della gestione del bosco
  • il metodo sperimentale
  • l’approccio alla soluzione dei problemi
  • la proposizione di applicazioni concrete
  • il trasferimento dei risultati
Top page